9 am - 6 pm

Lunedi a Venerdi

Via del Lavoro,71

Casalecchio di Reno, BO

051.0403774

info@lsholding.com

Confronta gli annunci

Bonus mobili ed elettrodomestici: novità del 2019

Bonus mobili ed elettrodomestici: novità del 2019

L’Agenzia delle Entrate  ha aggiornato la guida Bonus mobili ed elettrodomestici, a fronte delle novità introdotte a maggio 2019.

Vediamo insieme in cosa consistono.

Bonus mobili ed elettrodomestici 2019: la detrazione fiscale

La recente legge di bilancio ha prorogato la detrazione Irpef del 50% sull’acquisto di mobili ed elettrodomestici nell’anno 2019 ma solo a fronte di interventi di ristrutturazione edilizia cominciati non prima del  1° gennaio 2018.

I mobili e gli elettrodomestici che possono beneficiare del bonus sono quelli nuovi, di classe non inferiore alla A+ (A per quanto riguarda i forni), acquistati per arredare un immobile oggetto di intervento edilizio.

Sono compresi nella detrazione letti, armadi, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, materassi e apparecchi di illuminazione; non rientrano nella detrazione, invece, porte, pavimentazioni e tende.

Hanno diritto alla detrazione anche i condòmini che finanziano un intervento sulle parti comuni dello stabile.

La detrazione del 50% viene ripartita in dieci quote annuali e calcolata su un importo massimo di 10mila euro per singola unità immobiliare. Quindi, chi dovrà eseguire lavori di ristrutturazione su più unità immobiliari, potrà usufruire più volte della detrazione.

Infine, sono comprese tra le spese che beneficiano della detrazione anche quelle di trasporto e di montaggio dei mobili acquistati.

Il pagamento

Il pagamento degli acquisti può essere effettuato solo tramite bonifico, carta di debito o credito e finanziamento a rate; non attraverso contanti o assegni bancari.

Come ottenere il bonus mobili ed elettrodomestici

La detrazione può essere ottenuta indicando le spese effettuate nella dichiarazione dei redditi (modello 730 o modello Redditi persone fisiche).

IMPORTANTE:  per ottenere il bonus, la data dell’inizio dei lavori di ristrutturazione deve precedere quella dell’acquisto dei beni.

Documenti necessari

I documenti da conservare per il bonus mobili ed elettrodomestici sono:

  • ricevuta del bonifico o ricevuta di avvenuta transazione
  • documentazione di addebito sul conto corrente
  • fattura dell’acquisto dei beni, riportante la natura, la qualità e la quantità degli stessi

 

Vuoi comprare casa e devi ristrutturare? Consulta la guida completa sulla pagina della Agenzie delle Entrate.

 

img

LuigiSghinolfi

Post correlati

Home Staging: il make up immobiliare per vendere casa

Anche l'occhio vuole la sua parte. Niente di più vero, soprattutto se si tratta di affari; quando...

Continua a leggere
di LuigiSghinolfi

Partecipa alla discussione